Eventi

Il 9 e 10 Giugno si è tenuto, presso l’Aula Magna dell’Università degli studi di Milano-Bicocca, il Convegno ALOeO 2019 dal titolo: "Professione sanitaria: istruzioni per l’uso".
L'annuncio che il laureato in Ottica e Optometria presto sarebbe stato riconosciuto come un professionista iscritto ad un ordine professionale di una professione sanitaria, era già stato dato al Congresso 2018 ma la notizia sembrava essere passata un po’ in sordina.
Dati i rapidi cambiamenti avvenuti nell’ultimo anno ALOeO ha reputato opportuno dedicare due intere giornate alle novità che riguardano la Nostra Professione.

Nella mattinata di Domenica 9 Giugno, alla presenza di circa 380 persone (il numero totale nelle due giornate è stato di circa 500 partecipanti di cui 70 studenti), è stato fatto in modo dettagliato il punto sulla Nostra Professione grazie anche alla tavola rotonda composta, tra i tanti, anche da figure della politica italiana competente in materia; per questo motivo ringraziamo per la partecipazione e l’impegno dimostrato l’On.D’Arrando - M5S, l’On.Mandelli - FI e l’On.Carnevali - PD.

Ringraziamo inoltre gli Enti patrocinanti, con una menzione in particolare alla Federazione Nazionale degli Ordini dei Chimici e dei Fisici e alla Società Italiana di Fisica, oltre ovviamente a Confcommercio Professioni e ai dipartimenti delle Università che offrono il CdL in Ottica e Optometria.

I punti fermi a oggi sono che con la Legge 3/2018 è stata istituita la Federazione Nazionale degli Ordini dei Chimici e dei Fisici sotto l'alta vigilanza del Ministero della Salute. A tale ordine DEVONO iscriversi i Professionisti che hanno conseguito la Laurea in Ottica e Optometria (essendo una laurea in fisica classe L-30 ex classe 25) per poter esercitare la professione di Optometrista Fisico con le proprie specifiche competenze di optometrista.
Attualmente siamo in una fase transitoria necessaria ai vari organi interessati per definire i nuovi profili e competenze nel rispetto delle professioni sanitarie già esistenti.
Pertanto, a oggi, possono iscriversi all’Ordine Territoriale di appartenenza solamente coloro in possesso della laurea (classe L-30 o classe L-25 vecchio ordinamento) da almeno 5 anni con comprovata esperienza lavorativa per lo stesso periodo di tempo.
Per tutti gli altri la situazione è in via di definizione, con ALOeO impegnata in prima linea nella discussione per la definizione del quadro finale per la Nostra Professione.
Ricordiamo anche l'importanza di possedere una RC professionale individuale, che diventa obbligatoria per il rispetto del codice deontologico per tutti gli iscritti alla FNCF.

Tali argomenti sono stati il fulcro dell’Assemblea Open del pomeriggio dove il presidente Simone Santacatterina ha dato risposte semplici e chiare a una platea molto partecipe, in particolare agli studenti, i quali sono apparsi interessati e coinvolti.

La giornata di Lunedì 10 Giugno si è aperta con una relazione dettagliata che ha spiegato, soprattutto ai più giovani, il percorso dell’Optometria in Italia e nel mondo.

A seguire, sono intervenuti i membri delle associazioni di categoria aderenti al Tavolo Interassociativo - TiOptO, i quali hanno ribadito come obiettivi primari la definizione della Professione di Optometrista, con la necessità di predisporre linee guida comuni e la gestione del pregresso per coloro che da anni svolgono con passione e dedizione la nostra professione.

Nella seconda parte della mattinata è stato dato spazio alle informazioni relative alla libera professione. E’ stato ancora una volta ribadito come Optometrista e Ottico siano due professioni differenti con codici ATECO e regimi fiscali diversi per quanto riguarda la parte professionale e commerciale, ma strettamente collegati tra loro.
Successivamente, con un occhio al futuro prossimo, è stato spiegato che, grazie al nuovo inquadramento, la professione del Laureato in Ottica e Optometria iscritto all'Ordine farà riferimento all’EPAP come ente previdenziale.
Inoltre, è stato dedicato uno spazio alla spiegazione dei corsi ECM, obbligatori per tutti i professionisti sanitari.

Il pomeriggio, come di consueto, è stato dedicato al concorso VisionOttica Awards. Sono stati premiate le tesi di Laurea discusse nell’anno solare 2018.
Il 1° Classificato è il Dott. Andrea Astarita (Uni Milano-Bicocca) con l’elaborato: Il “Quiet Eye” nel tiro libero a canestro. Valutazione dei parametri di attenzione e meditazione e una nuova proposta di training.
Il 2° Classificato è la Dott.ssa Vittoria D’Antoni (Uni Firenze) con l’elaborato: Valutazione della percezione cromatica con lampade LED e tecnologia Visible Light Communication.
Il 3° Classificato è la Dott.ssa Beatrice Gignoli (Uni Milano-Bicocca) con l’elaborato: Relazione tra visione e attenzione nel declino della lettura durante l’invecchiamento.
E’ stata inoltre assegnata una Menzione Speciale e pubblicazione sul prossimo Special Abstract Edition alla Dott.ssa Anna Capasso (Uni Napoli- Federico II) per il suo elaborato dal titolo “Lenti a potere variabile secondo la tecnologia di Alvarez”.

Come ogni anno ringraziamo tutti i partecipanti, sempre più uniti e coinvolti come dimostra il successo dell’Optoparty di Domenica.

Un ringraziamento particolare, per il sostegno e la fiducia, va alle aziende partner che anche quest’anno hanno partecipato numerose, con la proposta di prodotti e servizi sempre all’avanguardia.

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Ok